Spazi e strutture della scuola


La scuola dispone di un fabbricato sufficiente ad accogliere e a sviluppare tutte le proprie attività, di un ampio giardino piantumato e attrezzato con giochi esterni.

La parte superiore dell’edificio è usata dai sacerdoti della Parrocchia come abitazione, mentre la parte sotto ospita l’Asilo Nido “Luna Bambina” gestito dalla Cooperativa Valpolicella Servizi.

Tutti gli spazi della scuola, interni ed esterni, sono considerati contesti educativi e ciascuna esperienza che il bambino vive a scuola è pensata e curata come formativa, sia essa condotta da un adulto o sperimentata più liberamente dai bambini col tutoraggio di un insegnante, quella relativa ad attività didattiche come quella in cui hanno prevalenza aspetti di cura.

Gli spazi a disposizione della Scuola dell’Infanzia sono:

Ingresso

L’ingresso della scuola è formato da un atrio e da un corridoio che affianca il dormitorio e le sezioni. Qui sono presenti degli armadietti, contrassegnati dalla foto dei bambini all’interno dei quali riporvi giacche e il sacchettino del cambio. Questo è uno spazio privilegiato e d’intimità fra bambino e genitore il quale offre al proprio figlio messaggi chiari e reali di ciò che sta avvenendo e lo prepara al temporaneo distacco. Appesa alla parete nell’atrio e adiacente alla porta d’entrata, vi sono due grandi bacheche dedicata agli avvisi per i genitori riguardanti la vita scolastica, le iniziative del territorio e della Parrocchia. Vi si trova inoltre la documentazione relativa alla programmazione annuale e le foto che ritraggono i bambini e le loro esperienze.

Biblioteca

Luogo predisposto con armadi e scaffalature contenenti libri di varia tipologia. 
I bambini con le loro insegnanti, andranno a visitarla regolarmente ogni settimana.

Nell’attività di “PRESTALIBRO” i bambini porteranno a casa un libretto, scelto nella biblioteca della scuola, che verrà riconsegnato il lunedì successivo. Si Ritiene importante dedicare questi momenti speciali di lettura ai bambini in un luogo adeguato, in quanto costituiscono motivo di arricchimento delle loro competenze, conoscenze e linguaggio, ma soprattutto un’esperienza affettiva forte ed importante perché vissuta con i genitori a casa durante la lettura condivisa. 

“I genitori ti insegnano ad amare, ridere, correre. Ma solo entrando in contatto con i libri, si scopre di avere le ali” 
Helen Hayes

 Per incentivare il gusto della lettura, proponiamo di regalare alla sezione un libro, in occasione del compleanno del bambino, magari scelto con il bambino stesso, con una dedica in prima pagina, perché “una torta si gusta in pochi minuti, una storia si gusta per tanto tempo”.  Inoltre rinnoviamo ogni anno l’invito ai nonni per leggere o raccontare storie ai bambini nelle biblioteche di sezione una volta al mese.

Laboratorio

Spazio organizzato con tavoli, sedie, materiale didattico e di riciclo, per la realizzazione di lavori fatti dai bambini in modo spontaneo e creativo o secondo una consegna data dall’insegnante. In tale laboratorio c’è la possibilità di lavorare in piccoli gruppi omogenei di età secondo attività proposte su progettazione annuale stilata in collegio docenti.

Questi laboratori sono luoghi specializzati stabili o mobili, nei quali i bambini utilizzano attivamente materiali diversi e nuovi, rispetto a quelli usualmente incontrati, attivando processi di apprendimento cui sta alla base un percorso di scoperta e costruzione creativa. Il laboratorio è uno spazio del fare, un luogo dell'esperienza diretta, di sperimentazioni concrete che aprono la strada a nuove rielaborazioni e sono alimentate da un vivo interesse. Si riferiscono ad ambiti del sapere, connotandosi come artistici, musicali, della manipolazione, psicomotori, di lettura, teatrali, scientifici... permettendo ai piccoli di incontrare, esprimersi e creare in diversi contesti conoscitivi ed espressivi. Tale spazio viene utilizzato anche dalle ore 16.00 alle ore 18.00 per il servizio di uscita posticipata gestito da un’educatrice assunta dalla scuola, la quale ha steso un progetto specifico per questo momento della giornata.

Giardino

Il giardino è parte integrante dello spazio-scuola e va pensato come un ulteriore contesto specializzato all'aperto, da valorizzare nelle sue risorse e gestire con una forte intenzionalità pedagogica. È un ambiente ricco di opportunità ludiche ed esplorative, soprattutto se curato con i bambini, arricchito di elementi naturali, visto e considerato dall'adulto come contesto di scoperta, d’investimento motorio in grandi spazi, d’ incontro con altri mondi ed esseri viventi.

 Le insegnanti, collegialmente, curano la progettazione degli spazi-scuola, riflettendo insieme sulla strutturazione delle sezioni e degli spazi comuni, chiedendosi quali esperienze promuovono e analizzando la completezza dell'offerta in relazione alla risposta a bisogni e allo sviluppo di competenze in ambito affettivo, cognitivo, motorio e sociale. Valutano come prevederne l'evoluzione e la variazione nel tempo, in seguito ai cambiamenti dei bambini e ai loro interessi, attivando un processo ricorsivo tra cambiamenti introdotti dagli adulti e risposta dei bambini. Gli insegnanti condividano le regole di utilizzo, in modo che i bambini possano vivere la proposta spaziale, con continuità e coerenza, all'interno di tutti gli spazi-scuola. 

Spazio esterno

All'esterno i bambini godono di un cortile moderno sia negli arredi che nella struttura, con un Parco giochi con due casa/locomotiva giocattolo, una costruzione con due scivoli e ponti e tre mollettoni. I bambini utilizzano anche il giardino retrostante la scuola nei momenti più soleggiati e caldi, grazie alla presenza di numerosi alberi e la parte piastrellata utilizzata nei giorni in cui il terreno è bagnato, con la presenza di un canestro per giocare a Basket.

Stanza della psicomotricità

Il collegio docenti e il Comitato di gestione, credendo fortemente nella pratica psicomotoria nell’evoluzione del bambino per promuoverne la crescita serena e globale, favorendo così l’evoluzione e l’integrazione delle diverse dimensioni di sviluppo (percettivo-motoria, emotivo-affettiva, cognitiva e sociale) della persona, a partire dalle sue potenzialità, ha allestito una sala solo per questa iniziativa. L’attività si svolge regolarmente un giorno alla settimana in piccoli gruppi divisi per età con un esperto, il dott. Andrea Pazzocco.

Stanza delle stelline / sonno

Il riposo pomeridiano rappresenta un momento di grande delicatezza e risponde ad un’esigenza fisiologica del bambino di 2 anni e mezzo e 3 anni.

Dormire significa perdere il contatto con la realtà ed abbandonarsi in un rapporto di piena fiducia. Pertanto lo spazio accoglie il ritmo e le modalità individuali di ciascun bambino, le loro esigenze di vicinanza, i rituali dell’addormentarsi e le autonomie nell’andare a letto e nel risveglio.

La stanza è arredata con lettini disposti in file ordinate per sezione così da permette ai bambini di trovare a fianco del proprio lettino quello del compagno.

La presenza dell’insegnante, il sottofondo di una sonorità rilassante, una luce tenue, il peluche preferito, favoriscono il momento dell’addormentamento del bambino.

Stanze del bagno

Nella scuola sono presenti 2 stanze del bagno per le bambine e due stanze del bagno per i maschietti. Adiacente al laboratorio e alla biblioteca c’è un ulteriore bagno per i bambini. Tutti sono attrezzati con piccoli water e lavabi alla loro altezza, usati per lavarsi mani e bocca da soli o aiutati, con sapone e salviette usa e getta fornite dalla scuola. In uno dei bagni per gli adulti c’è un fasciatoio per il cambio del pannolino. Un altro bagno per gli adulti è utilizzato come spogliatoio per un eventuale cambio dei bambini che si bagnano o si sporcano. C’è inoltre un bagno attrezzato per i disabili.

Cucina

La scuola garantisce la preparazione del pranzo usufruendo della cucina all'interno dell'edificio, da parte del personale addetto, seguendo una tabella alimentare approvata dall'ULSS 22 e rispettando le norme per l'Autocontrollo secondo il sistema HACCP (D.L. n. 155/97).

Autorizzazione sanitaria n° 803 del 25/02/2004.

Il menù offerto è invernale o estivo e ruota su quattro settimane in base alla stagione. Viene consegnato ai genitori all’inizio dell’anno scolastico.

Ufficio coordinatrice didattica e segreteria

Gli uffici amministrativi sono aperti tutte le mattine dalle ore 8.30 alle 11.30 con la presenza della segretaria e il Lunedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 8.30 alle 15.30 con la presenza della coordinatrice didattica.

È compito della segreteria promuovere le varie iniziative della Scuola con avvisi relativi ai temi da trattare, date ed orari degli incontri con le insegnanti o con gli esperti, colloqui personali, momenti ricreativi ed uscite didattiche. Buona parte dell’informativa viene fatta giungere via e-mail a tutti i genitori o con affissione sulla porta d’entrata della scuola.  

Fondazione Centro Parrocchiale per l'Infanzia "Santa Famiglia"


Scrivici

Compila il form

Scrivi il tuo nome.
Scrivi un indirizzo mail valido.
Invalid Input
Accetta il trattamento dei tuoi dati personali.
Invalid Input

Dona il tuo 5x1000 a noi:

Fondazione Centro Parrocchiale per l'Infanzia "Santa Famiglia" 
CODICE FISCALE 03499930232

Fondazione Centro Parrocchiale per l'Infanzia "Santa Famiglia" | Via Guido Ghedini, 1 | 37024 Negrar di Valpolicella VERONA | P.IVA 03499930232

Ringraziamo di cuore gli Alpini di Negrar per averci fatto una donazione economica anche quest'anno in occasione delle feste natalizie!
DL Sostegni bis. Contributi Anti Covid - Bilancio 2020 - Sovvenzioni pubbliche 2021

Privacy Policy | Sito web by Third Eye